Decreto Scuola: consentita la didattica a distanza per gli studenti più fragili

Accolto l’appello di APIAFCO per la tutela dei ragazzi immunodepressi o con patologie gravi

Bologna – Accolto l’appello dell’Associazione Psoriasici Italiani Amici della Fondazione Corazza (APIAFCO) con l’approvazione dell’emendamento all’articolo 2 comma 1 del “Decreto Scuola”, che consentirà agli studenti immunodepressi o con patologie gravi di poter seguire la programmazione scolastica avvalendosi anche della didattica a distanza. Tale emendamento è stato portato avanti da membri della 7a Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport), ed è stato approvato durante la seduta della Camera dei Deputati del 6 giugno 2020.

Stampa
Condividi